giovedý 18 settembre 2014


Ti trovi in: Home - FacoltÓ

Preimmatricolazione on-line

FacoltÓ

Formazione permanente e professionalità educative.

La Facoltà di Scienze della Formazione al servizio del territorio

La Facoltà di Scienze della Formazione presenta anche quest’anno la sua offerta formativa, riconfermando i percorsi formativi degli anni precedenti, arricchiti dall’esperienza didattica e di ricerca che i docenti della Facoltà stanno sempre più curvando in dimensione europea, perfezionandola altresì sotto il profilo dell’innovazione tecnologica. L’intento è quello di formare professionisti dell’educazione – cioè i profili professionali formati dai nostri corsi di studio – in possesso di conoscenze e competenze esperte idonee a svolgere compiti formativi qualificati nel campo dei servizi educativi, socio-culturali e di cura alla persona.
Anche per l’a.a. 2011-2012, dunque, l’offerta formativa si compone di un Corso di laurea triennale, un Corso interclasse di laurea magistrale e numerosi master, Corsi di perfezionamento e Corsi di formazione permanente e ricorrente, oltre al Dottorato di ricerca in Pedagogia e scienze dell’educazione.
Il Corso di laurea triennale in Scienze dell’educazione e della formazione mira, anzitutto, alla formazione di una figura professionale in grado di svolgere compiti di sostegno educativo e formativo, di prevenzione e riduzione del disagio e dello svantaggio sociale, di riconoscimento e di valorizzazione della cultura delle pari opportunità, di progettazione e gestione delle relazioni e della mediazione interculturale; il Corso, inoltre, intende preparare personale atto a operare nel settore della formazione, dell’orientamento e del tutoring professionale rivolti a soggetti in età adulta; infine, è finalizzato anche a preparare professionisti dei processi educativi in grado di interpretare e rispondere con efficacia ai bisogni di crescita psico-fisica e culturale dei più piccoli.
Il Corso di laurea magistrale in Scienze pedagogiche e della progettazione educativa si configura quale Corso di laurea interclasse: Scienze Pedagogiche e Programmazione e gestione dei servizi educativi. L’intento è stato quello di arricchire l’offerta universitaria di secondo livello consentendo l’accesso a due differenti classi di laurea, in relazione alle specifiche vocazioni professionali. Più in particolare (secondo quanto indicato nei documenti ministeriali), gli sbocchi occupazionali previsti dalla classe in Scienze Pedagogiche sono relativi ad attività di ricerca educativa e di consulenza nella programmazione e gestione di interventi nelle istituzioni scolastiche e nei diversi tipi di servizi in campo educativo e formativo, erogati da enti pubblici e privati e del terzo settore; gli sbocchi occupazionali e le attività professionali previste dalla classe in Programmazione e gestione dei servizi educativi sono principalmente nei servizi alla persona, erogati da enti pubblici o privati, in campo educativo, sociale, sanitario e assistenziale, oltre che, con funzioni di alta responsabilità, in istituzioni scolastiche, in agenzie di formazione professionale, in strutture socio-culturali e socio-educative di enti locali, di Regioni e della Pubblica Amministrazione, nelle cooperative, nelle associazioni di volontariato e del privato sociale.
Di estremo interesse e in progressiva espansione sono i master e i Corsi di perfezionamento. Sono stati, infatti, programmati per il nuovo anno accademico numerosi master, quali: Pedagogia delle arti e della progettazione di percorsi di didattica museale; Nuovi media e formazione (interateneo Università di Bari); Manager dello sviluppo agro-alimentare e territoriale in ambito internazionale. I corsi di perfezionamento deliberati in Facoltà sono i seguenti: Educatore per l’integrazione dei bisogni educativi speciali attraverso le arti terapie; Educazione orticolturale e didattiche del gioco; Letteratura per l’infanzia e promozione della lettura; Mediazione interculturale; Educatore dei servizi per l’infanzia - nidi - scuole dell’infanzia –ludoteche; Esperto di educazione degli adulti; Didattica e psicopedagogia per i Disturbi Specifici di Apprendimento.
L’utilizzo delle nuove tecnologie, grazie alla presenza di ERIDLab - il Laboratorio dei media digitali della Facoltà – sta già consentendo l’ampliamento dell’offerta formativa con l’utilizzo dell’e-learning, come testimoniano le varie iniziative formative realizzate non solo a livello di facoltà ma di tutto l’ateneo.
Altrettanto intensa, e vitalmente legata alle richieste del territorio, è l’offerta formativa relativa ai corsi di formazione permanente e ricorrente, rivolti sia al mondo della scuola (interlocutore privilegiato per una Facoltà di Scienze della formazione) che a quello dell’extrascuola, per la diffusività che l’educazione e la formazione hanno in prospettiva diacronica (estese cioè a tutti i tempi della vita, dall’infanzia all’età adulta alla vecchiaia) e in prospettiva sincronica (includendo la molteplicità delle sedi della formazione, formale, non formale e informale).
L’opportunità di formare “professionisti dell’educazione”, in possesso di un titolo di studio universitario e di competenze idonee a fronteggiare una domanda educativa sempre più complessa e differenziata, è confermata dal costante aumento del numero di studenti che si sono iscritti a questi due corsi di laurea fin dal primo anno della loro istituzione (fino all’a.a. 2007-2008 come corso di laurea della Facoltà di Lettere, successivamente presso la Facoltà di Scienze della Formazione). Peraltro, l’esperienza di questi anni ha dimostrato che la presenza di una facoltà specificamente rivolta all’area dell’educazione e della formazione è in grado di attivare una serie molto ricca di collaborazioni interistituzionali con enti locali, istituzioni scolastiche, imprese, associazioni di categoria, enti di territorio pubblici e privati, tutti cointeressati alla realizzazione di un obiettivo trasversale: quello della formazione permanente e per tutta la vita, nella pluralità dei contesti di educazione, di apprendimento e di socializzazione.
In particolare, sono state sottoscritte specifiche convenzioni a livello nazionale (come l’Isfol di Roma) e, a livello locale, con l’Ufficio Scolastico Regionale, per la realizzazione di percorsi di formazione per i docenti di scuola media superiore dei licei della provincia di Foggia nonché numerose convenzioni con singoli istituti scolastici (di ogni ordine e grado) per progetti di ricerca-formazione e per la realizzazione di percorsi di orientamento formativo rivolti agli studenti.
Altrettanto intensa è la collaborazione con enti pubblici e associazioni (in particolare quelle del privato sociale) sui temi dell’integrazione interculturale, del disagio sociale, della promozione delle pari opportunità, della formazione continua e permanente. Temi che i docenti della Facoltà stanno arricchendo attraverso la realizzazione di attività di formazione e di ricerca a livello internazionale: a solo titolo di esempio, si ricordano le iniziative dell’IP (Intensive Programme) Erasmus che hanno visto negli ultimi due anni studenti spagnoli, francesi e italiani confrontarsi e lavorare insieme sui temi dell’educazione degli adulti e dell’identità di genere. Altrettanto qualificate le esperienze di mobilità internazionale dei docenti: Germania, Spagna, Francia, ma anche Grecia, Balcani, Turchia, solo per citare alcune delle collaborazioni didattiche e di ricerca avviate.
I docenti della Facoltà collocano le loro attività di ricerca nell’ambito del Dipartimento di Scienze umane. Territorio, beni culturali, civiltà letteraria, formazione, di cui sono una componente molto attiva e vitale attraverso la realizzazione – come già evidenziato - di progetti di ricerca locale, nazionale e internazionale nonché attraverso la partecipazione ai dottorati di ricerca dell’ateneo foggiano e di altri atenei italiani. Nello specifico, il dottorato di Pedagogia e Scienze dell’educazione afferisce alla Scuola dottorale internazionale “Culture, Èducation, Communication”.
Nel corso dell’ultimo anno accademico, inoltre, sono stati istituiti nuovi Centri di ricerca/formazione come il Centro studi e ricerche sull’infanzia e il Centro di Pedagogia delle scienze della salute, con la costituzione di specifici gruppi di lavoro in grado di dialogare, sul piano della ricerca, con colleghi di livello nazionale e internazionale e, conseguentemente, in grado di determinare “ricadute” positive sui percorsi formativi dei nostri studenti, del territorio foggiano e delle persone che lo abitano.
I servizi agli studenti sono una realtà importante della Facoltà, concepiti nell’ottica della personalizzazione del rapporto con gli studenti sia in relazione alle attività di orientamento in entrata (sportello informativo, segreteria didattica, Centro di tutorato, Centro di ascolto, ecc.) che di quello in itinere e in uscita (Circolo dei tesisti, Laboratorio di Bilancio delle competenze, ecc.).
La Facoltà di Scienze della Formazione condivide alcuni spazi con la Facoltà di Lettere, sfruttando positivamente tale compresenza attraverso l’uso comune di risorse materiali (la Biblioteca interfacoltà, le aule, ecc.) e umane, capitalizzando e valorizzando tali risorse nel nome e nel segno della “contiguità e della continuità” tra le due facoltà. Molteplici, infatti, sono le iniziative congiunte realizzate in questi anni tra le differenti aree disciplinari (riconducibili alle due facoltà), che rappresentano un’autentica ricchezza di confronto e di reciproco arricchimento che va mantenuta e, anzi ulteriormente rafforzata.
L’idea, sostenuta da tutte le componenti istituzionali, è quella di creare un’area umanistica integrata nel “cuore” di via Arpi, nella convinzione che essa possa fungere da motore di sviluppo non solo dell’università ma dell’intero territorio foggiano.
A questo progetto, la Facoltà di Scienze della Formazione intende contribuire con l’entusiasmo, la passione e l’impegno di tutti i suoi docenti e del personale non docente, con il contributo sempre critico e costruttivo dei suoi studenti, con la partecipazione delle istituzioni territoriali, per la crescita di questa Facoltà e di tutto il polo universitario della Capitanata.

                                                             Isabella Loiodice